In uscita Category

Comunicazione, In uscita, Notizie, Orientamento

Orientamento in uscita: parte il Gruppo di lavoro nazionale dei LES

Guardare all’orientamento in uscita come un “luogo virtuale” dove l’ambiente, il territorio, scambia energia con il sistema scuola e dove riflettere sulle modalità esecutive (innovazione) e sulla qualità: delle convenzioni che si stipulano, dei progetti co-costruiti, delle visite e degli incontri.

Questo il filo rosso che guida i lavori del Gruppo di lavoro nazionale per l’orientamento in uscita e delle attività che si svolgono il 23 e il 24 novembre, laboratori di progettazione e sharing lab volti a ragionare sull’orientamento inteso come momento in cui le attese consapevoli del singolo studente incontrano le attese del mondo esterno.

Le  finalità del Gruppo di lavoro nazionale per l’orientamento in uscita sono:

  1. conoscere e valutare quali scelte e percorsi decidono i nostri studenti dopo il diploma;
  2. fornire alle scuole utili strumenti per sviluppare un efficace azione di orientamento alle facoltà universitarie;
  3. riflettere insieme sull’esperienza ormai maturata da ciascuno di noi sulle caratteristiche del profilo in uscita e promuovere per i docenti LES l’acquisizione di specifiche e trasferibili  competenze orientativo-didattiche-disciplinari  al fine di rendere consapevoli e mirate le scelte occupazionali e/o  universitarie degli studenti del LES.

Il gruppo di lavoro è composto, come gli altri gruppi di lavoro della Rete, da almeno un docente per ogni Rete territoriale.

Programma delle giornate di lavoro

Leggi tutto

Comunicazione, In uscita, Notizie, Orientamento, Rete Les Nazionale

Orientamento in uscita: parte il gruppo di lavoro nazionale. 23/24 novembre

Nasce, per ragionare ed approfondire il tema dell’orientamento in uscita dal LES, il gruppo di lavoro nazionale, secondo quanto deciso nell’ultima riunione della Cabina di Regia di luglio.

Le  finalità del Gruppo di lavoro nazionale per l’orientamento in uscita sono:

  1. conoscere e valutare quali scelte e percorsi decidono i nostri studenti dopo il diploma;
  2. fornire alle scuole utili strumenti per sviluppare un efficace azione di orientamento alle facoltà universitarie;
  3. riflettere insieme sull’esperienza ormai maturata da ciascuno di noi sulle caratteristiche del profilo in uscita e promuovere per i docenti LES l’acquisizione di specifiche e trasferibili  competenze orientativo-didattiche-disciplinari  al fine di rendere consapevoli e mirate le scelte occupazionali e/o  universitarie degli studenti del LES.

Il gruppo di lavoro sarà composto, come gli altri gruppi di lavoro della Rete, da almeno un docente per ogni Rete territoriale. A ciascun Dirigente di Liceo capofila è stato chiesto di provvedere, entro il giorno sabato 5 novembre p.v.,  all’ individuazione di un  docente, in servizio in uno dei Licei afferenti alla rete di cui siete capofila,  che:

  • sia interessato a svolgere una ricerca/azione sull’argomento dell’orientamento in uscita, incluso un lavoro di  ricerca propedeutica  allo sviluppo di un metodo e di strumenti utili alle scuole per monitorare i percorsi degli studenti usciti;
  • sia disponibile a svolgere il lavoro previsto sia in presenza che a distanza, con l’utilizzo di social network e della Piattaforma Moodle della Rete;
  • sia in grado di diffondere, all’interno della rete territoriale di appartenenza, un’azione di diffusione dei risultati e di conduzione di gruppi di lavoro; a tal fine sarebbe utile che il docente prescelto abbia capacità e/o esperienze di animazione di rapporti e relazioni all’interno e all’esterno della scuola.

Le risorse a disposizione della Rete Nazionale  consentiranno di sostenere le spese di viaggio, vitto ed alloggio per un  docente per ciascuna  rete territoriale; qualora la  stessa possa però farsi carico delle spese per inviare un secondo  docente, crediamo che possa essere un’occasione importante per accrescere le potenzialità di azione delle reti regionali e nazionale.

Il/i nominativo/i dei docenti prescelti dovranno essere comunicati ad entrambi i seguenti indirizzi mail:

La Rete Nazionale metterà a disposizione un esperto dell’argomento, nella persona della Dott.ssa Francesca Traclò che ha collaborato con la Rete nazionale dei LES fin dalla sua nascita e che svolgerà il compito di coordinatore del Gruppo di Lavoro.

La metodologia di lavoro sarà di tipo laboratoriale; si prevede l’intervento di ulteriori  esperti su alcune specifiche tematiche.

Il Gruppo di Lavoro sull’orientamento in uscita, in fase di costituzione, si riunirà a Roma nei giorni 23 e 24 novembre p.v; il programma dei lavori ed i dettagli organizzativi saranno comunicati con successiva nota della Rete Nazionale.

Nel corso della riunione sarà stilato un piano di lavoro per l’anno scolastico 2016/2017.

Leggi tutto

Blog, Comunicazione, In evidenza, In uscita, Notizie, Orientamento

LES: quali facoltà scelgono i diplomati all’università?

I diplomati del Liceo economico sociale (LES) del 2015 scelgono per i propri studi universitari l’area didattica politico-sociale, in coerenza con le caratteristiche del LES, le sue differenze rispetto al Liceo delle scienze umane (dove prevalgono i diplomati che preferiscono l’area formazione/insegnamento) e il curriculum affrontato.
Ben il 23,6%, infatti, sono gli immatricolati provenienti dai LES che hanno scelto facoltà dell’area politico-sociale; prevalgono sugli studenti dell’area insegnamento (14,4%) e dell’area giuridica (13,9%).
Il passaggio dal LES a facoltà dell’area didattica politico-sociale è di gran lunga superiore alla media nazionale (8,4%), ma questo vale anche per la scelta di studi giuridici (media nazionale: 8,6%) o legati alla formazione/insegnamento (media nazionale: 4,2%).
Leggermente, inferiore, anche se non di molto, la percentuale degli immatricolati provenienti dai LES nell’area economico statistica: 9,8% contro l’11,6% della media italiana. Fanno ancora meglio il Liceo Scientifico (14,5%), il Liceo delle scienze applicate (12%) e il Liceo Classico (10,8%).
Nell’anno scolastico 2015-2016, il passaggio dalla scuola all’università dei LES ha riguardato poco più della metà degli studenti: il 56% delle diplomate donne e il 50% degli uomini.

Fonte: dati MIUR-Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica, Ufficio Statistica e Studi

Leggi tutto

Alternanza scuola lavoro/stage, In uscita, Orientamento, Progetti

Lezioni d’Europa – A scuola di giornalismo: progetto che spiega ai giovani l’Unione europea con il giornalismo

Si è conclusa lo scorso 29 aprile, presso l’Università di Siena, la prima edizione del progetto “Lezioni d’Europa – A scuola di giornalismo”, che ha visto coinvolti 10 studenti del liceo economico – sociale “San Giovanni Bosco” di Colle di Val d’Elsa che, per una settimana, si sono cimentati nell’analisi e approfondimento di tematiche legate all’Unione Europea utilizzando tecniche giornalistiche. Andrea Betti, Paolo Bogi, Pietro Cambi, Filippo Cerone, Matilda Corti, Julia Elefterescu, Steffi Okpokpo, Sara Pizzuti, Nadia Yassine, Kimberly Zazzeri sono stati protagonisti di un laboratorio giornalistico dove hanno imparato a scrivere un comunicato stampa e un articolo, a realizzare un’intervista e infine a progettare e impaginare una newsletter.

“Lezioni d’Europa” è il ciclo di appuntamenti formativi che il Centro Europe Direct dell’Università di Siena organizza al fine di divulgare i temi europei ai cittadini, e soprattutto ai giovani, per diffondere una maggiore consapevolezza sulle politiche, i programmi e le opportunità dell’UE singulair 10mg.

“A scuola di giornalismo” sui temi europei è l’attività che sperimentalmente è stata proposta al liceo “San Giovanni Bosco” di Colle di Val d’Elsa nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, utilizzando i principi dell’approccio progettuale “Italian Language in the Media”, che prevede una riflessione linguistica e metalinguistica sulla lingua italiana che, in questo caso, è stato messo in relazione a contenuti specifici, quali appunto quelli delle tematiche dell’Unione europea. L’iniziativa formativa è stata realizzata da Angelita Campriani – responsabile del Centro Europe Direct dell’ateneo senese ed esperta di comunicazione europea – e da Daniela Cundrò – giornalista e ideatrice del metodo “Italian Language in the Media” – in collaborazione conSerena Cortecci, professoressa di Diritto ed Economia del liceo di Colle di Val d’Elsa.

«Quest’anno con l’Università di Siena abbiamo realizzato molte iniziative sull’UE, nell’ambito del protocollo d’intesa tra la Europe Direct e il progetto regionale Collega-menti. Ritengo che questo progetto sperimentale sia molto importante e sono fiera del fatto che i ragazzi abbiano avuto l’opportunità di avvicinarsi alle tematiche dell’Unione europea ricevendo, al contempo, una formazione giornalistica, che sarà utile sia per l’inserimento in qualsiasi contesto lavorativo, sia per l’eventuale percorso universitario che sceglieranno in futuro» ha evidenziato la professoressa Cortecci. «Inoltre, colgo l’opportunità per ringraziare il Centro Europe Direct e  l’Università di Siena per l’accoglienza riservata ai ragazzi, che hanno avuto la possibilità di vivere per una settimana in un ambito universitario esercitando le proprie capacità in un’esperienza molto utile e creativa».

«Ѐ un esperienza nuova e molto particolare che ci ha fatto immergere nel mondo universitario, facendoci conoscere un nuova realtà» ha detto uno degli studenti partecipanti al progetto. «Inoltre, abbiamo approfondito gli argomenti legati all’Unione europea, ricevendo un’infarinatura di giornalismo. Abbiamo imparato, ad esempio, che Unione europea e Europa sono due realtà differenti, dato che per Unione europea si intendono solo i Paesi che ne fanno parte».

L’esperienza formativa, orientata alla creazione di un collegamento tra la scuola e il mondo del lavoro per attività di alternanza scuola-lavoro, sarà ripetuta nel mese di settembre con altri studenti dell’istituto San Giovanni Bosco di Colle di Val ’Elsa.

Leggi tutto

In uscita

1.Mini POF ; 2. presentazione LES

Si allegano due video a cura del Liceo ‘Benedetto Croce’:

1.Mini POF multimediale. Semplificazione del Piano dell’Offerta Formativa della nostra scuola elaborato per gli studenti ed i genitori (link)
2.Il Liceo Benedetto Croce presenta e spiega il “Liceo Economico Sociale” (link)

Leggi tutto